Nell’ultimo quinquennio le nostre abitudini in tema di mobilità sono cambiate molto, basti anche solo pensare all’effetto della pandemia e della diffusione sempre più massiccia del lavoro a distanza. Questa tendenza ha rafforzato la necessità di una Villasanta a misura di persona, in cui non ci si focalizzi solo sul pendolarismo verso le città, ma anche sugli spostamenti interni, in bici e a piedi.

Abbiamo una fortuna: le dimensioni ridotte del nostro paese lo rendono particolarmente adatto alla mobilità dolce, comoda e sostenibile. Per questo motivo proseguiremo il percorso del Bici-Plan, mantenendo alta l’attenzione sulle ciclabili del paese e lavorando sulla messa in sicurezza dei non semplici collegamenti con i Comuni limitrofi. Insieme alla scuola, rafforzeremo il Pedibus per i nostri scolari.

Pensiamo che il centro pedonale sia una caratteristica che contraddistingue Villasanta, per questo motivo studieremo soluzioni per ampliare ancora di più le zone pedonali, specie in corrispondenza delle scuole e nei centri storici dei quartieri.

Sul fronte delle strade, sappiamo che la necessità di manutenzioni continue è sempre più impellente, visti i cambiamenti climatici e l’impatto della posa della fibra ottica. Perciò rinforzeremo il «piano strade» comunale secondo una pianificazione pluriennale di manutenzioni e riasfaltature, sistemazione dei marciapiedi ed eliminazione delle barriere architettoniche.

Porremo particolare attenzione al traffico, con l’obiettivo di scoraggiare l’attraversamento di Villasanta per chi proviene da fuori Comune e di ridurre in generale la velocità delle auto nel centro abitato, così da favorire la sicurezza di tutti gli utenti della strada.